Now Reading
Green, ricerca e sviluppo: le performance del fotovoltaico

Green, ricerca e sviluppo: le performance del fotovoltaico

Il termine rinnovabili è ormai sulla bocca di tutti ma in pochi hanno ben chiaro cosa significhi veramente. Si tratta di tutte quelle forme di energia alternative alle tradizionali fonti fossili la cui produzione deriva dallo sfruttamento di elementi naturali che per le loro proprietà intrinseche si rigenerano con la stessa velocità con cui vengono consumate. A differenza di quanto accade con le fonti fossili, l’utilizzo delle rinnovabili da parte dell’uomo consente alle generazioni future di impiegare le stesse risorse con le stesse modalità. Ma non è tutto perché le fonti rinnovabili non comportano l’emissione di agenti inquinanti come anidride carbonica e polveri sottili.

Sole, vento e calore della terra ne sono l’esempio e, per tutte queste ragioni, rappresentano la base della cosiddetta green economy. L’energia solare infatti è la prima fonte di energia che rende possibile la vita sulla Terra e da essa derivano – più o meno direttamente – le altre fonti energetiche come l’energia eolica e idroelettrica. Il progresso tecnologico e scientifico ha permesso il suo sfruttamento per generare elettricità mettendo a disposizione sistemi che oggi sono in grado di fornire l’energia necessaria al moderno tenore di vita senza però compromettere l’ecosistema. Tra questi vi sono principalmente:

  • il pannello solare termico che sfrutta i raggi solari per scaldare tramite uno scambiatore di calore l’acqua contenuta in un particolare serbatoio di accumulo;
  • i pannelli fotovoltaici che, mediante l’impiego di semiconduttori, producono energia nel momento in cui vengono sollecitati dalla luce del sole.


Questi ultimi rappresentano sicuramente il sistema più diffuso visto che, da un po’ di anni a questa parte, il fotovoltaico è comparso su tanti tetti delle case italiane. Dall’ultimo rapporto annuale redatto dall’International Energy Agency è emerso un grande salto di qualità rispetto al passato poiché lo scenario che fino a dieci anni fa era dominato dagli idrocarburi è radicalmente cambiato. Il gas naturale sarà il protagonista indiscusso ma la crescita maggiore l’avranno le rinnovabili tra cui il fotovoltaico.

Secondo una stima dell’organizzazione, alle energie rinnovabili andranno i due terzi di tutti i nuovi investimenti nel settore energia. Si parla sempre più di futuro elettrico caratterizzato dalla transizione energetica per mano delle energie verdi. L’ultimo progresso in termini di impianti fotovoltaici arriva dall’Università di Cambridge dove un gruppo di chimici e fisici ha messo a punto delle vere e proprie celle solari a base di alghe che sono cinque volte più efficienti di qualsiasi altro dispositivo. Sì, proprio così.

See Also

Negli ultimi dieci anni infatti la componente biologica è riuscita a farsi strada nel settore del solare allo scopo di fornire una soluzione energetica economica ed ecologica allo stesso tempo. La crescente consapevolezza di salvaguardare il più possibile l’ambiente ha permesso alla tecnologia di diffondersi sempre più. Ecco perché il fotovoltaico rappresenta una vera e propria svolta, una solida base di partenza per la rivoluzione energetica!

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 GreenMagazine.it - Ideato e creato da Valentina Olini

Scroll To Top