Now Reading
La filosofia Hygge applicata ai matrimoni, godersi ogni attimo con Slow Wedding

La filosofia Hygge applicata ai matrimoni, godersi ogni attimo con Slow Wedding

Vivere, godendo delle piccole gioie. È questo che ispira la filosofia danese Hygge. La parola stessa “hygge” non ha una traduzione vera e propria in italiano, ma si identifica con “l’attitudine di trovare la felicità nelle piccole cose di ogni giorno”.

Nel pensiero comunque si è abituati ad associarlo quasi esclusivamente alle fredde sere invernali, con morbide coperte di lana, candele accese e cioccolata calda in una tazza fumante, ma è un concetto che va ben oltre tutto questo. l’Hygge è un modo di essere che si sperimenta quando si è in pace, sereni e felici, assaporando davvero le piccole gioie.

E da quest’anno sarà possibile applicarlo anche all’organizzazione dei matrimoni, non solo invernali, grazie a Slow Wedding di Barbara Domaneschi.

L’idea nasce da una conoscenza del settore ed è rivolta a tute le coppie di sposi che desiderano un matrimonio “slow”, rilassarsi e godere del tempo trascorso insieme alle persone amate. Molti fornitori che lavorano nel wedding fin tropo spesso sentono dire dai neo-sposi, al termine del loro grande giorno, frasi come “Non mi ricordo nulla di quello che è successo” oppure “E’ passato tutto troppo velocemente”.

Per colpa dello stress le spose ricordano poco meno del 15% di ciò che è accaduto loro durante le nozze. I matrimoni al giorno d’oggi sono vissuti come un frullatore di momenti ed emozioni che gli sposi non riescono mai ad assaporare. È lo stesso meccanismo che spiega anche Marie Tourell Soderberg nel suo best seller “Il metodo danese per vivere felici”: le persone, secondo l’autrice, si dimenticano di concedersi del tempo per lasciarsi andare e semplicemente vivere.

L’obiettivo che guida questa filosofia applicato al caotico e frenetico mondo delle nozze è quindi quello di aiutare gli sposi a organizzare il giorno del “fatidico sì” in modo che riescano a rilassarsi e godersi davvero ogni istante di quell’evento irripetibile, a differenza dei classici wedding day in cui i ritmi sono dettati come rigide tempistiche da caserma. Organizzando il matrimonio secondo il motto “Slow is Fun” il giorno delle nozze sarà pieno di momenti vissuti davvero senza l’ansia del tempo che scorre; momenti di amore, calore e di tempo per dedicarsi gli uni agli altri, per gustare del buon cibo, della buona musica e dell’ottima compagnia.

“Nel matrimonio slow non si prova solo una soddisfazione puramente estetica (che comunque non manca mai), ma un appagamento più intimo e profondo che porterai dentro di te per sempre – spiega la wedding planner Barbara Domaneschi, ideatrice di Slow Wedding – mi piace dire agli sposi che mi scelgono che Slow Wedding è la meravigliosa sensazione di sentirsi appagati di quello che si sta vivendo. È concedersi del tempo per godersi un momento irripetibile”.

See Also

L’organizzatrice di eventi ha voluto racchiudere i principi di un matrimonio slow in un libro: “slow wedding – il segreto per fermare il tempo e goderti a pieno il tuo matrimonio”.

È possibile acquistarlo qui

 

Scroll To Top